Descrizione Progetto

Cristiano Petrucci, “Unfinished Symphony”, 2019, palline da ping pong, oggetti in plastica, luci a LED, software,11 teche in resina e plexiglass,  110 x 36 x 20 cm ognuna.

“Unfinished Symphony” è un’installazione immersiva pensata per la Fondazione LKT, in cui Petrucci sperimenta per la prima volta l’interazione tra forme plastiche, luce e suono, utilizzando un software appositiamente creato per edificare un’inedita dimensione spaziale, percettiva e sensoriale dal forte coinvolgimento sensoriale ed emotivo.

L’opera è costituita da 11 teche in plexiglass che racchiudono diversi elementi formali e scultorei realizzati con semplici palline bianche da ping pong che sono state intagliate e in seguito assemblate in forme armoniche, coerenti e variamente articolate, riconducibili a due tipologie: quella di un apparato osseo-spinale e quella che richiama strutture organiche, agglomerati cellulari o architetture futuribili. Ciascun elemento è retroilluminato da un LED, le cui innumerevoli variazioni cromatiche sono sincronizzate con i temi di una composizione sonora inedita creata per l’occasione da Michele Papa e ispirata alla celebre “Incompiuta” (Sinfonia n° 8) di Franz Schubert, che dà il titolo all’opera e con la quale condivide il senso di mistero che aleggia sull’interpretazione. L’installazione produce un movimento continuo, ipnotico e uno scambio reciproco tra soggetti e oggetti di percezione, con rimandi formali tra i singoli elementi, assecondando un tempo di fruizione circolare, senza inizio né una fine.