Descrizione Progetto

Nokia 8850

Nokia 8850

Il Nokia 8850 venne lanciato nel mercato nel 1999 ed era il modello più costoso di casa Nokia di quell’anno.

Il design fu studiato da Frank Nuovo, un designer approdato alla casa finlandese dopo aver studiato all’Art Center College of Design in Pasadena. Questa serie di telefoni d’alta gamma (8810, 8850 e 8910) probabilmente è stata una delle sue migliori creazioni.

Il Nokia 8850 è bello e lavora bene, oltre a segnare un punto di riferimento per la durata della batteria nei telefoni ultracompatti: 3 ore e 45 minuti di conversazione e 170 ore di standby: oltre 7 giorni!

L’8850 nel 1999 era un telefonino che non era in concorrenza diretta con nessun’altro cellulare dato che nessun produttore proponeva telefonini su quella fascia di prezzo.

I modelli di punta di casa Ericsson (il T28) e Motorola (il v3688) si ponevano antagonisti dell’8210 di Nokia, telefono che tecnicamente non si discostava poi molto dall’8850 e che offriva comunque un design gradevole in dimensioni praticamente identiche.

La differenza tra 8210 e 8850 era innanzitutto sull’estetica:

  • mentre l’8210 ha una cover colorata di plastica intercambiabile (cover che avevano decretato il successo di un altro telefono di casa Nokia: il 5110) l’8850 gode invece di una scocca in lega d’alluminio (disponibile in 3 colori: alluminio, oro e nero) con un elegante flip attivo che conferisce eleganza ed utilità al telefono.
  • la retroilluminazione: di un classicissimo colore verde sull’8210 e di un elegante ed inusuale colore bianco sull’8850.

Come i suoi cugini 8810 e 8910 non ebbe molta fortuna nelle vendite, essenzialmente perché restava un telefono d’élite con un prezzo molto più alto dello stesso 8210 di casa Nokia, telefono con cui praticamente condivideva software e hardware. Il pubblico quindi preferiva orientarsi su questo modello (che comunque non era economico!) relegando all’8850 un ruolo di “élite” per chi aveva diversi soldi in più da investire in puro design.