Descrizione Progetto

Olivetti M24

Prodotto presso lo stabilimento di Scarmagno(TO), nacque come clone del PC IBM.

Ebbe grande successo su tutti i mercati mondiali.

A differenza del PC IBM, che adottava il processore Intel 8088 con clock a 4,7 MHz, l’M24 adottava il più potente Intel 8086, con la velocità di clock di 8 o 10 MHz (nella versione SP), un bus dati a 16 bit e la possibilità di incrementarne le prestazioni diminuendo la velocità di refresh della memoria via software.

Il PC nasceva con una scheda grafica CGA (Colour Graphics Adapter) con un massimo di quattro colori e con una risoluzione massima di 640×400 pixel, due unità floppy da 5,25″, una memoria RAM di base di 128 KB espandibili a 640 KB. Per i tempi era un’ottima macchina ed il suo successo fece vendere il sistema in forma OEM per altre ditte.